Gaudium news > 60 associazioni italiane criticano l’articolo dei gesuiti sul ‘suicidio assistito’

60 associazioni italiane criticano l’articolo dei gesuiti sul ‘suicidio assistito’

Padre Carlos Casalone ha detto a La Civiltà Cattolica che il progetto sul suicidio assistito in corso in Italia non contrasta con il bene comune.

Rita Sberna (23.01.2022 20:48, Gaudium Press) Sconcertanti le affermazioni di P. Carlos Casalone, SJ, per la sua condizione di sacerdote e per aver occupato un posto nella Pontificia Accademia per la Vita, nonché professore di teologia morale all’Università Gregoriana.

Don Casalone ha pubblicato sull’ultimo numero de La Civiltà Cattolica un articolo in cui è favorevole a un disegno di legge sul suicidio assistito in corso in Italia. Nell’articolo “Il dibattito parlamentare sul ‘suicidio assistito’”, don Casalone afferma che “nell’attuale situazione culturale e sociale, a chi scrive, sembra che il sostegno a questo disegno di legge non contrasti con una ricerca responsabile del possibile bene comune. Il suo articolo rivela la dannata ‘situazione morale’, equivalente al relativismo etico e morale.

 La reazione

60 associazioni italiane hanno reagito a questo articolo. “Non ci convince un articolo pubblicato oggi su La Civiltà Cattolica sul tema della regolamentazione del suicidio assistito, esprimono le associazioni. Sorprende, infatti, che una pubblicazione autorizzata, dalla quale ci si aspetta un’eco del Magistero della Chiesa, rischi posizioni che – seppur indirettamente – possono dar vita a quella “cultura dello scarto”» «Questo accade», «perché sembra che ci sia un malinteso tra le norme già approvate e quelle in discussione». “L’articolo dà una lettura positiva alla Legge n. 219/2017, che invece ammette la morte per inammissibile “ormai per allora” e ha posto le basi per la pronuncia della Corte Costituzionale nel “caso Cappato” sulla morte assistita. Ha fatto riferimento al testo sulla cosiddetta “morte volontaria medicalmente assistita”, di cui si sta discutendo alla Camera dei Deputati, negando che si tratti di un testo di eutanasia, quando tutte le norme in esso contenute vanno in quella direzione, compresa quella che – anche di fronte al rifiuto del medico e del Comitato di valutazione clinica – stabilisce che il giudice può continuare a decidere sulla morte”, esprimono le associazioni.

«Né dobbiamo dare l’impressione di cedere al ricatto del referendum, anche prima che la Consulta si sia pronunciata sull’ammissibilità della questione. Questa posizione, a prescindere dalle intenzioni dell’editorialista, sarà senza dubbio apprezzata dai sostenitori della “morte dello Stato”. Le sottoscritte Associazioni ritengono, pertanto, che “laico e in aderenza ai dati antropologici” sia ora necessario “ribadire che la tutela della vita e il sostegno di chi soffre è una battaglia della ragione e della civiltà, che deve, quindi, incidere tutti, e che certamente commuove coloro che portano nel loro nome l’ideale di una civiltà cattolica, auspicando, quindi, l’intensificarsi di un dialogo con questo fine certamente comune». “E se chiediamo a tutti di riflettere se sia ragionevole scartare la vita, rivolgiamo un preciso e urgente appello alle istituzioni affinché la sostengano nei momenti più difficili attraverso cure palliative efficaci e diffuse in tutta Italia e con l’assistenza domiciliare 24 ore su 24 servizio.

 I firmatari sono: Alleanza Cattolica, Ass. Amici di Lazzaro, Ass. Cuore Azzurro, Ass. Cerchiamo il Tuo volto, Collatio.it, Associazione Commercialisti Cattolici, Ass. Convergenza Cristiana, Ass. Costruire Insieme, Ass. Culturale Zammeru Masil, Ass. Diffonderò la vita con Maria, Ass. Esserci, Ass. Etica & Democrazia, Ass. Famiglia SI, Ass. Family Day- Difendiamo I Nostri Figli, Ass. Il Crocevia, Ass. L’albero, Ass. Liberi e Forti, Associazioni Medici Cattolici Italiani, Ass. Nuova generazione, Ass. naz. Pier Giorgio Frassati, Ass. Nonni 2.0, Ass. Non se tocca la famiglia, Ass. Progetto culturale, Ass. Proposta per Roma, Ass. Pro Vita & Famiglia, Ass. Generazione Famiglia, Ass. Radici, Ass. Rete Popolare, Ass. Risveglio, Ass. Umanitaria Padana, Ass. Vita Nuova – Rete Italia Insieme, Ass. Vivere Salendo, Associazione volontariato Opera Baldo, Avvocatura In Missione, Associazione Nazionale Autonoma Professionisti (ANAPS), Centro Italiano di Promozione e di Assistenza per la Famiglia, Centro Internazionale Giovanni Paolo II e per il Magistero Sociale della Chiesa (Centro Internazionale Giovanni Paolo II e Magistero Sociale della Chiesa), Centro Studi Livatino, Comitato SALE per la Dottrina Sociale (Comitato SALT per la Dottrina Sociale), Civiltà dell’Amore, Commissario Lazio Accademia di Storia dell’Arte Sanitaria, Confederazione Internazionale del Clero, CulturaCattolica. it, Fondazione De Gasperi, Fondazione Fiorentino Sullo, Forum Culture Pace e Vita Ets, Forum delle Associazioni sociosanitarie, International Family News, La Casa dei Diritti, Movimento Per: Politica, Etica, Responsabilità, Movimento Regina dell’amore, Osservatorio di Bioetica di Siena , Osservatorio Parlamentare »Vera lex?, Comitato Scientifico Fondazione Fiorentino S

lascia il tuo commento

Notizie correlate