Gaudium news > Anche i Vescovi Europei accolgono l’invito del Papa per la Consacrazione della Russia e dell’Ucraina al Cuore Immacolato di Maria

Anche i Vescovi Europei accolgono l’invito del Papa per la Consacrazione della Russia e dell’Ucraina al Cuore Immacolato di Maria

I Vescovi Europei si uniscono e partecipano all’invito del Papa. Il 25 marzo sarà una giornata che rimarrà nella storia della Chiesa.

Rita Sberna (22.03.2022 19:56, Gaudium Press) I vescovi europei si sono riuniti a Bratislava in occasione della terza edizione delle Giornate Sociali Cattoliche Europee avvenuta dal 17 al 20 marzo 2022.I vescovi europei hanno diffuso un comunicato mediante il quale, comunicano di aver accolto l’invito di Papa Francesco a unirsi a lui nella preghiera per la pace e nella consacrazione e affidamento della Russia e dell’Ucraina al Cuore Immacolato di Maria; l’invito è rivolto ai vescovi e ai presbiteri di tutto il mondo.

Il comunicato è a firma di: mons. Stanislav Zvolensky, Arcivescovo di Bratislava e Presidente della Conferenza Episcopale Slovacca; mons. Gintaras Grusas,

Arcivescovo di Vilnius e Presidente del CCEE (Consiglio delle Conferenze Episcopali Europee); card. Jean-Claude Hollerich S.J., Arcivescovo di Lussemburgo e Presidente della COMECE (Commissione delle Conferenze Episcopali della Comunità Europea).

Il testo del comunicato dei vescovi europei

«Preghiamo quotidianamente per la pace, in Ucraina e nel mondo intero, e chiediamo a Dio misericordia.

 

Preghiamo il Signore che su questa terra ha sopportato la sua passione, ha sofferto la morte ed è risorto, di concedere il riposo eterno a tutti coloro che hanno perso la vita nella guerra. Conforti le loro famiglie, protegga coloro le cui vite sono a rischio e che stanno fuggendo dalla violenza. Colmi di abbondanti benedizioni tutti coloro che hanno mostrato solidarietà alle persone colpite e vulnerabili. 

 

Con il cuore spezzato, ascoltiamo le voci di quanti soffrono per la follia della guerra, le cui tragiche conseguenze sono davanti ai nostri occhi. Allo stesso tempo, siamo toccati dalla solidarietà di un gran numero di famiglie e persone che offrono rifugio e assistenza a chi ha bisogno di protezione. Facciamo appello alle istituzioni nazionali ed europee affinché sostengano adeguatamente questi sforzi.

 

I vescovi europei si uniscono a Papa Francesco nel suo appello urgente: fate tacere tutte le armi, “la guerra è un fallimento della politica e dell’umanità, una resa vergognosa, una sconfitta di fronte alle forze del male. Non fermiamoci su discussioni teoriche, tocchiamo la carne di chi subisce i danni” (Fratelli tutti, 261). 

 

Esattamente un secolo fa, quando una pandemia strangolò il mondo, si scatenarono due orribili guerre mondiali. Che la storia non si ripeta! Facendo eco ai continui appelli della Santa Sede – “non è mai troppo tardi per negoziare” – preghiamo e sollecitiamo il ritorno alle trattative per una soluzione pacifica.

 

La Quaresima per i cristiani è un tempo di pentimento e di conversione. Questo è il tempo per cambiare il corso, per guarire il mondo. È il tempo di abbandonare finalmente la logica del nemico che cerca lo scontro, e di intraprendere invece un cammino verso la fraternità umana».

lascia il tuo commento

Notizie correlate