Gaudium news > Il Cardinale Angelo Becciu si dimette. Papa Francesco accetta le dimissioni

Il Cardinale Angelo Becciu si dimette. Papa Francesco accetta le dimissioni

Il Santo padre ha accettato la rinuncia dalla carica di Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e dai diritti connessi al Cardinalato di sua Eminenza Angelo Becciu.

Rita Sberna (25.09.2020 14:21, Gaudium Press) Il 24 settembre 2020 è esplosa una bufera in Vaticano, si legge in un bollettino della Sala Stampa della Santa Sede, la rinuncia del Cardinale Becciu, che è stata accettata da Papa Francesco, dalla carica di prefetto della Congregazione delle cause dei santi e dai diritti connessi al cardinalato.

La decisione ha lasciato sconcertata la Curia Romana anche perché prima della pubblicazione del bollettino, nei palazzi vaticani non era mai trapelato nulla.

L’unica cosa che ha detto pubblicamente Becciu è stata “preferisco il silenzio”, l’udienza viene definita un udienza “choc”.

Da quando si apprende dal fattoquotidiano.it, il cardinale Becciu, resta cardinale ma senza i diritti connessi alla causa, ciò significa che non potrà più prendere parte ad un conclave del Papa ed eleggere il nuovo Pontefice, né essere Membro dei Dicasteri della Curia Romana.

L’immobile a Londra

Il cardinale Becciu è finito al centro del mirino, in merito ad un immobile di lusso acquistato a Londra dalla Santa Sede, per un valore di oltre 200 milioni di euro, quando era sostituto alla Segreteria di Stato cioè Ministro dell’Interno vaticano.

Il cardinale si è sempre difeso negando il fatto che neanche un centesimo dell’Obolo di San Pietro era stato adoperato per l’acquisto dell’immobile.

Angelo Becciu aveva ribadito più volte di non essere stato mai indagato dai magistrati della Santa Sede.

Nonostante la non inquisizione del Cardinale Becciu, è partita un’inchiesta in cui vengono sospesi e successivamente licenziati cinque funzionari vaticani, tra cui l’ex direttore dell’Autorità d’informazione finanziaria della Santa Sede, Tommaso Di Ruzza, e monsignor Mauro Carlino, che da poco era stato nominato dal Papa come capo d’ufficio informazione e documentazione della Segreteria di Stato, in precedenza era stato segretario di Becciu, quando quest’ultimo era sostituto.

Becciu da sempre veniva considerato un uomo fedele e molto vicino al Papa.

Chi è il cardinale Angelo Becciu

E’ nato a Pattada in provincia di Sassari, il 2 giugno 1948, è stato ordinato sacerdote il 27 agosto 1972. Si è incardinato nella diocesi di Ozieri. Il 1° maggio 1984, entra nel servizio diplomatico della Santa Sede, ha prestato la propria opera presso le rappresentanze pontificie in Repubblica Centroafricana, Sudan, Nuova Zelanda, Liberia, Gran Bretagna, Francia e Stati Uniti d’America.

San Giovanni Paolo II il 15 ottobre 2001, lo ha nominato nunzio apostolico in Angola.

Il 23 luglio 2009, Benedetto XVI lo nomina nunzio apostolico a Cuba e successivamente è stato nominato come sostituto della Segreteria di Stato (un ruolo che ha mantenuto anche per un certo periodo del Pontificato di Papa Francesco) . E’ il 15 giugno dello stesso anno quando viene nominato consultore della Congregazione per la dottrina della Fede.

Dopo aver ricevuto la beretta rossa da Papa Francesco, viene nominato anche membro della Congregazione per l’evangelizzazione dei popoli.

lascia il tuo commento

Notizie correlate