Gaudium news > Il cardinale Gambetti è il nuovo vicario del Papa, il Pontefice accetta anche le dimissioni del cardinale Robert Sarah

Il cardinale Gambetti è il nuovo vicario del Papa, il Pontefice accetta anche le dimissioni del cardinale Robert Sarah

Nuove nomine e rinunce a città del Vaticano. Il Papa accetta le dimissioni del cardinale Robert Sarah da prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.

 

Rita Sberna (20.02.2021 15:33, Gaudium Press) Papa Francesco ha appena accettato la rinuncia agli incarichi di vicario generale di Sua Santità per la Città del Vaticano, di arciprete della Basilica Papale di San Pietro in Vaticano e di presidente della Fabbrica di San Pietro presentata dal cardinale Angelo Comastri, e ha nominato agli stessi incarichi il cardinale Mauro Gambetti, già custode generale del Sacro Convento di San Francesco in Assisi.

Rinuncia di Comastri e nomina del cardinal Gambetti

Angelo Comastri ha raggiunto ormai 77 anni di età, e il cardinale Mauro Gambetti ha 55 anni possiamo dire che questa sostituzione rappresenta un succedersi di due uomini con due vissuti ed esperienze diverse.

Nel giorno del congedo, non possiamo non ricordare i tanti rosari celebrati a San Pietro con il cardinale Angelo Comastri, pregati e vissuti in profondità soprattutto durante la pandemia.

Il cardinale Mauro Gambetti che assumerà tra gli altri incarichi anche quello di presidente della Fabbrica di San Pietro, ha anche una laurea di Ingegneria meccanica conseguita a Bologna.

La sua esperienza con il saio dei Minori conventuali inizia all’età di ventisette anni e si conclude con la professione definitiva nel 1998.

Nel febbraio 2013, riceve la chiamata a custode generale del Sacro Convento di Assisi.

Le dimissioni di Robert Sarah

Sempre nello stesso giorno il Papa accetta anche le dimissioni del cardinale Robert Sarah, che ha rinunciato all’incarico di prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. Sarah ha compiuto 75 anni lo scorso giugno.

 

 

 

lascia il tuo commento

Notizie correlate