Gaudium news > Il Papa nomina il “Delegato speciale” per i Domini Memores

Il Papa nomina il “Delegato speciale” per i Domini Memores

Il Delegato è l’Arcivescovo di Taranto, che dal 25 settembre ha assunto con pieni poteri il governo dell’associazione laicale.

Rita Sberna (08.10.2021 09:41, Gaudium Press) Da Vatican News apprendiamo che Francesco, il 24 settembre ha nominato un “Delegato speciale” per i Memores Domini, il che implica un “cambio alla guida dell’Associazione”. Il Delegato è l’Arcivescovo di Taranto, Mons. Filippo Santoro.

Chi sono I Memores Domini

I Memores Domini sono un’associazione laicale costituita a Milano sotto la guida di don Luigi Giussani, fondatore di Comunione e Liberazione. L’8 dicembre 1988 il Pontificio Consiglio per i Laici li ha costituiti come associazione internazionale di fedeli. I Memores Domini sono formati da persone della Fraternità di Comunione e Liberazione, che vivono nel mondo ma praticano i consigli evangelici di povertà, obbedienza e castità.

La contemplazione nelle attività del mondo fa parte della loro spiritualità, intesa come “memoria tendenzialmente continua di Cristo”, e della missione, di portare agli uomini l’annuncio di Cristo. Essendo laici e svolgendo il loro ministero nel mondo, vivono in comunità e formano case maschili e femminili, nelle quali praticano il silenzio, la preghiera e ampliano la loro esperienza dei consigli evangelici.

Il Delegato è entrato in carica il 25 settembre

Il Comunicato della Santa Sede afferma che “il Delegato speciale, a partire dal 25 settembre 2021, assumerà temporaneamente, ad nutum della Sede Apostolica, con pieni poteri, il governo dell’Associazione, al fine di salvaguardarne il carisma e preservare l’unità dei suoi membri.

Contemporaneamente scade l’attuale governo generale dell’Associazione”. Vatican News riferisce inoltre che padre Gianfranco Ghirlanda SJ è stato nominato assistente pontificio per gli affari canonici relativi alla stessa Associazione. La nota vaticana, in nessuna delle varie lingue in cui è stata pubblicata, esprime le ragioni per aver nominato il Delegato speciale, che è un diretto rappresentante del Papa, che in questo caso assume direttamente il governo dei Memores.

I precedenti per la nomina di un Delegato Speciale sono comunemente situazioni di crisi, come l’elezione nel febbraio 2017 dell’allora sostituto della Segreteria di Stato, Mons. Angelo Becciu, a Delegato Speciale presso l’Ordine di Malta, dopo la crisi culminata con le dimissioni dell’allora Gran Maestro, Matthew Festing. Alcuni media avevano già mandato in onda la possibile nomina del delegato speciale, e si erano anche azzardati a parlare di cattivi rapporti tra Comunione e Liberazione e il Vaticano. I Memores Domini sono noti anche perché alcuni membri di quell’associazione che assistono Benedetto XVI nel monastero Mater Ecclesiae, in Vaticano.

lascia il tuo commento

Notizie correlate