Gaudium news > “Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo”

“Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo”

21 FEBBRAIO 2021

I DOMENICA DI QUARESIMA – ANNO B

San Pier Damiani, Vescovo e dottore della Chiesa

Mc 1,12-15

In quel tempo, lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».

Commento:

Gesù sospinto dallo Spirito per essere tentato. Caso curioso, Dio che induce l’uomo-Dio in tentazione. Come mai?

***

Lo Spirito Santo, Terza Persona della Santissima Trinità, sospinge (in questo caso si potrebbe anche dire “induce” nel senso che “condusse in”) Gesù nel deserto. Ma Gesù è la Seconda Persona della Trinità! E là il Signore fu tentato dal diavolo. E’ possibile questo? Che Dio assecondi il diavolo che ci tenta?

L’espressione dell’Evangelista deve essere intesa nel senso che Dio Trinità sospinse Gesù, vero uomo, nel deserto perché fosse tentato dal diavolo. Questa sarebbe l’interpretazione teologica più sicura del passo. Tuttavia, il dubbio sull’opportunità di sottomettere Gesù alle tentazioni diaboliche resta. Allora Dio favorisce su di noi l’azione del diavolo?

La domanda, posta così, è tendenziosa, perciò bisogna esporre alcuni principi che ci aiuteranno a capire la problematica per bene.

Anzitutto Dio creò gli uomini come ultimo gradino degli esseri razionali, al di sotto degli Angeli e di Dio stesso. San Tommaso d’Aquino spiega che gli uomini hanno bisogno di essere perfezionati nella loro razionalità dall’azione angelica, perciò, siamo sempre soggetti all’influenza degli Angeli. Dopo il peccato di Satana, alcuni spiriti celesti si trasformarono in spiriti impuri, pur conservando la loro superiorità, per la loro natura, sugli uomini.

L’ordine stabilito da Dio prevedeva che gli angeli fossero mediatori di grazia e di luce intellettuale per i figli di Adamo, ma rotto l’ordine, come rimanevano le cose? Sarebbe stato vietato ai demoni di esercitare la loro superiorità sugli uomini? I fatti smentiscono tale ipotesi e fin dalla creazione di Adamo e di Eva abbiamo assistito all’azione malefica dei diavoli nel tentare gli uomini. Ciò vuol dire che Dio per dare ancora più merito alla nostra libertà ha permesso che si alternassero angeli e demoni, i primi per aiutarci, i secondi per sedurci al male. Questo fatto è un tipico esempio della fedeltà di Dio all’ordine da Lui stabilito e del rispetto misterioso, ma universale, del Signore per la libertà delle Sue creature.

E così come l’educazione del bambino cambia a seconda che i genitori siano buoni o cattivi, senza che, per questo, Dio abolisca l’istituzione della famiglia, così Egli non alterò l’ordine secondo cui i puri spiriti dovevano influenzare gli uomini, anche se alcuni di loro caduti nel peccato lo fanno per fomentare al male.

La perfezione di Dio è comunque assoluta e se Lui ha voluto così ci sono dei validi motivi tra cui possiamo elencarne alcuni:

Ci sarà più merito e più gloria in Cielo per gli uomini che resisteranno al diavolo con l’aiuto della grazia. Diventeranno, per così dire, superiori agli angeli stessi, e andranno ad occupare i loro troni, con conseguente umiliazione eterna per i demoni.

Per i peccatori ci sarà qualche attenuazione nella loro colpa, anche se resteranno comunque inescusabili davanti a Dio, e se si ostineranno nel peccato mortale andranno comunque all’inferno.

Ogni volta che l’uomo trionferà sulla tentazione, non solo aumenterà la propria gloria, ma soprattutto quella di Dio che con la sua grazia fa trionfare la debolezza umana sulla superiorità angelica. Nostro Signore, quindi, è molto più glorificato dai giusti dopo il peccato angelico rispetto a prima.

Perciò Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto per essere tentato dal diavolo. La sua vittoria assoluta sullo spirito del male lo glorificò e glorificò la Trinità molto più che se il diavolo non fosse esistito. Solo Dio, infatti, poté creare lasciando le sue creature in libertà, prevedendo che se avessero fatto del male, da questo male Lui avrebbe ottenuto dei beni ancora più nobili, frutto di una scelta libera ed eroica.

Combattiamo il diavolo con Gesù, per Gesù e in Gesù per poi essere serviti dagli Angeli e lodare l’Altissimo per i secoli senza fine.

 

lascia il tuo commento

Notizie correlate