Gaudium news > Le apparizioni di Nostra Signora di tutti i Popoli vengono rifiutate dal Vaticano

Le apparizioni di Nostra Signora di tutti i Popoli vengono rifiutate dal Vaticano

Le apparizioni a Ida Peerdeman sarebbero avvenute ad Amsterdam nel XX secolo.

Rita Sberna (16.10.2020 13:10, Gaudium Press)In tutto il mondo ormai, sono tante le persone i cosiddetti “veggenti” che sostengono di ricevere apparizioni e rivelazioni private da parte di Gesù, Maria, i santi e gli angeli. Oggi con le nuove tecnologie il contenuto di molte rivelazioni viene diffuso a macchia d’olio in tutto il pianeta.

Alcune di queste rivelazioni contengono profezie, contenuti catastrofici e rivelazioni evangeliche. La Chiesa davanti a tutto ciò si muove con prudenza, ma soprattutto utilizzando criteri di discernimento come dimostra un documento della Santa Sede del 1978 e uno scritto del 2000, dell’allora cardinale Joseph Ratzingher.

La lettera di chiarimento

Recentemente è stata resa nota una lettera di chiarimento per le questioni relative alla devozione alla Vergine Maria “Signora di Tutti i Popoli”, non è un documento ufficiale della Santa Sede ma una lettera inviata dal Nunzio Papale in Libano al cardinale Bechara Boutros Raï, patriarca di Antiochia e di tutto l’Oriente dei Maroniti (uno dei riti cattolici orientali).

Il messaggio, porta la data del 20 luglio, ed è una risposta a una richiesta di informazioni sulla questione, monsignor Joseph Spiteri, rappresentante del Papa in Libano, trasmette la posizione della Congregazione per la Dottrina della Fede.

L’atteggiamento della Santa Sede per quando riguarda le apparizioni di Amsterdarm (seguite tutt’oggi in alcuni ambienti cattolici) è deciso.

Niente soprannaturalità per le apparizioni di Amsterdarm

Già nel 1956, dopo aver studiato il caso, il vescovo diocesano di Haarlem, giunse alla conclusione che non c’era soprannaturalità nella apparizioni avvenute ad Amsterdarm, proprio per tale motivo proibiva di venerare pubblicamente, l’immagine della “Signora di tutti i popoli” e di divulgare gli iscritti ad essa legati.

La decisione venne confermata nel 1957, ricevendo l’avallo del Vaticano, ribadito nel 1972 dalla Congregazione per la Dottrina della Fede.

Nel 1974, il dicastero incaricato dell’integrità della fede cattolica, pubblicò il comunicato definitivo con le decisioni prese dal vescovo olandese.

Le apparizioni

La veggente Isje Johanna Peerdeman (1905-1996) racconta di avere avuto 56 apparizioni da parte della Vergine Maria, presentata a lei con l’invocazione di “Signora di tutti i popoli”. Le apparizioni sarebbero avvenute dal 1945 al 1959, anche se la veggente affermava che tutto sarebbe iniziato il 13 ottobre 1917 (giorno dell’apparizione di Fatima).

Il contenuto delle apparizioni, contiene profezie, eventi storici e catastrofici riguardanti il XX secolo.

La Madonna avrebbe chiesto anche di recitare una preghiera concreta – “Voi non sapete quando è grande e importante questa preghiera presso Dio” – e di proclamare il dogma del suo ruolo di corredentrice nella Storia della Salvezza.

Conclusione e decisione della Chiesa

Nonostante lo scetticismo iniziale della Chiesa, alla fine la stessa Chiesa Cattolica ha riconosciuto la soprannaturalità delle apparizioni di Amsterdarm da parte della “Signora di tutti i Popoli”.

 

lascia il tuo commento

Notizie correlate