Gaudium news > L’invito di don Alberto Ravagnani è il digiuno dal cellulare

L’invito di don Alberto Ravagnani è il digiuno dal cellulare

Un’ora al giorno di digiuno dal cellulare.

Redazione (22/07/2020 17:12, Gaudium Press) Bisogna fare un piccolo preambolo, non è che tutta la tecnologia sia un nemico e bisogna demonizzare sull’uso dei social, del pc, cellulare e tablet. Lo abbiamo anche visto che in tempi di grande difficoltà a relazionarsi fisicamente, la tecnologia è venuta in nostro soccorso come durante il coronavirus che impossibilitati ad uscire di casa, grazie allo streaming internet, molte chiese avevano la possibilità grazie ai parroci che hanno usato i cellulari, per trasmettere la santa messa, il rosario e le varie celebrazioni.

Quindi non bisogna condannare la tecnologia ma l’uso inappropriato e la dipendenza che essa a volte crea in molti giovani e non solo.

Don Alberto Ravagnani è uno che usa la tecnologia, è della parrocchia di San Michele a Busto Arsizio in provincia di Varese, ha un canale youtube e così si presenta:

Sono un prete, vivo in oratorio, insegno a scuola. Ogni tanto dico cose sui social.
La fede mi fa godere di più la mia vita. Per questo ne parlo.
W la fede”.

Don Alberto nel suo canale, carica dei video in cui parla di temi importanti e profondi, dando una spiegazione sull’ambito della fede e della spiritualità.

Tornando al cellulare, il rischio di questo aggeggio è la distrazione di non farci stare pienamente nel presente, di non farci godere quello che si sta facendo cioè ci distrae dalla realtà e ci proietta sempre più nel mondo virtuale, un luogo ormai in cui si creano relazioni, ci si incontra e ci si scambiano idee.

In uno dei suoi video, don Alberto dice che a volte si è in ostaggio dal proprio cellulare, che non si è liberi e che esso sembra tenerci in pugno. Ci distrae dagli affetti, dal dialogo reale, dalle varie attività della giornata ed è per questo che propone di fare un’ora al giorno di digiuno, di liberarci di lui almeno per un’ora, anche se poco – dice – ne trarremo beneficio.

Sarà dura, ne sentirai la mancanza. Per forza ne sei dipendente! Ma proprio allora ti si aprirà un mondo! Sì ma è difficile, prova. Cosa vuoi che cambi?  Prova! Prova, prova, prova. (…) E ricorda: sei tu che hai il cellulare, non può essere che il cellulare abbia te”.

E’ un digiuno che tutti dovremmo provare a fare, sicuramente farebbe bene al corpo, alla mente e all’anima. Don Alberto lo consiglia e sul suo canale youtube troverete altri consigli su come affrontare problematiche alla luce della fede e della preghiera. (Rita Sberna)

lascia il tuo commento

Notizie correlate