Gaudium news > Nicole Orlando, un’atleta paralimpica mondiale

Nicole Orlando, un’atleta paralimpica mondiale

Campionessa mondiale con sindrome di down, una vera testimonianza di vita. Nessuna sindrome può essere un limite ai propri sogni.

Rita Sberna (11.01.2021 12:59, Gaudium Press) Nicole Orlando nasce a Biella l’8 novembre 1993. Atleta paralimpica di fama mondiale con Sindrome di Down e pertanto la sua federazione di riferimento è la FISDIR, Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva e Relazionale. Grazie alla mamma Roberta e papà Giovambattista, che la tesserano per la società di ginnastica “La Marmora – Team Ability Biella”, Nicole inizia l’attività sportiva a soli tre anni. Inizialmente si cimenta in molte discipline: ginnastica e nuoto su tutte, ma anche tiro con l’arco e basket per poi scegliere definitivamente l’Atletica Leggera.

Ottiene tre medaglie d’oro in distinte discipline: una nei 100 mt, una nel salto in lungo e una nella disciplina della staffetta 4X100.

Roberta Becchia, la mamma di Nicole Orlando è stata intervistata da Cristiani Today, la donna ha raccontato che figlia è Nicole.

La sindrome di down

Roberta racconta che la sindrome di down di Nicole è stata una sorpresa, avevano già un figlio di 4 anni, Michelle, e la gravidanza di Nicole è stata una gestazione tranquilla senza nessun problema. Roberta non aveva fatto alcun esame specifico che riscontrasse l’eventuale sindrome, alla nascita è stata una scoperta quella di sapere che Nicole avesse la sindrome di down.

Inizialmente sono caduti nel buio più totale, è stata dura ma piano piano i genitori di Nicole reagiscono perché grazie a Dio, Nicole stava bene e non aveva particolari difficoltà. La cosa più triste è stata quella di aver parlato con un medico quattro giorni dopo la nascita di Nicole, che li ha scoraggiati dicendogli che il caso di Nicole era uno dei peggiori che avesse mai visto.

L’amore per lo sport

La salvezza e il beneficio per Nicole è stato lo sport, già a 3 anni la bambina ha iniziato a praticarlo insieme agli altri bambini; Nicole vista la lassità dei legamenti riusciva a fare delle cose che altri bambini non riuscivano a fare ed è stato lo sport, che le ha spianato la strada e il futuro.

Nicole è la testimonianza vivente che nessuna sindrome può essere un limite ai propri sogni. Ormai Nicole gode di fama mondiale, nel 2016 grazie alla sua carriera sportiva è stata ospite al Festival di Sanremo e poi alla trasmissione condotta da Milly Carlucci, Ballando con le stelle ecc …

Anche il Presidente Mattarella, all’epoca la citò la sera di Capodanno come esempio per tanti giovani.

Da quel giorno i giornali e i media, le trasmissioni tv parlavano di Nicole, è diventata un caso mediatico.

Oggi la vita di Nicole è piena di iniziative, appuntamenti che si dividono tra sport, corso di cucina ecc … Nicole è anche fidanzata e sogna di sposarsi al più presto.

Roberta manda un messaggio a tutti quei genitori che hanno un figlio con la sindrome di down: “Non voglio e non posso insegnare niente a nessuno perché ogni famiglia ha la sua storia e le sue credenze, l’unica cosa che posso dire è di non cadere nella disperazione e di non dare troppo merito a ciò che dicono i medici perché non sempre sono sentenze che poi risultano essere la verità dei fatti. Bisogna guardare i talenti dei propri figli. Secondo qualche medico Nicole doveva dare la manina alla mamma e stare a casa, invece non è stato così. Bisogna invece da genitori aiutare i figli a scoprire i propri talenti.”

 

lascia il tuo commento

Notizie correlate