Gaudium news > Partorisce e muore di ictus: una testimonianza incredibile

Partorisce e muore di ictus: una testimonianza incredibile

Si chiama Rebeca la protagonista di questa storia incredibile. Si era recata in Perù come volontaria, ha partorito un bambino e pochi giorni dopo ha avuto un emorragia celebrale.

 

Rita Sberna (03.08.2022 15:41, Gaudium Press) Si chiamava Rebeca Teijeiro, la sua morte ha commosso tutti. Rebeca era giovane, una persona sportiva e dinamica, in rete scriveva su El rincón de Rebeca dove parlava dei vari benefici di restare in forma.

Niente faceva pensare al fatto che giorni dopo aver partorito sarebbe morta.

E’ morta il 16 luglio dopo vari giorni di lotta, il bambino è in ottima salute, si chiama Cesar ed ha la mamma in cielo.

Rebeca era molto nota e amata, in tanti hanno pregato per lei, frequentava le parrocchie del Polígono de Santa María de Benquerencia, il quartiere di Toledo in cui viveva, che nell’IES Alfonso X el Sabio.

Il messaggio della sua morte parlava di una donna fortemente cristiana:

“Sono addolorato di comunicarvi la morte della nostra ex-allieva Rebeca Teijeiro. Ha lasciato molto bene e molto amore, basta vedere come hanno reagito i suoi amici e tanta altra gente in questi giorni… Dio la accolga nel Suo seno, perché Lo ha amato con passione”, si legge nel comunicato.

“Voglio essere santa”, aveva detto Rebeca.

Nel 2019 Rebeca si era recata in Perù, per collaborare con un lavoro di catechesi e aiuto umanitario.

Rebeca aveva incontrato un uomo in Perù. Dal quale ne ha tratto una lezione di vita:

’Potrebbe darmi un consiglio dopo questa vita grandiosa e ricca?’, gli dice.

E lui le ha risposto:

‘Dedica del tempo a crearti una famiglia forte, dedica del tempo al tuo partner, alla famiglia e agli amici.

Non avere paura di impegnarti, bisogna saper amare ed essere generosi. Perché a che scopo dedicare tutta la tua vita al progresso e alla crescita se possiamo essere vinti da una semplice malattia?

Non siamo nulla, anche se non ci crediamo.

Quando la vita ti scuote e ti toglie tutte le tue medaglie, che restino i tuoi cari, la tua famiglia”.

E lei chiudeva con quello che poi avrebbe applicato nei tre anni successivi, che ha vissuto tanto intensamente:

“Dedica quasi tutto il tuo tempo ad amare. Sarà la base forte della lunga vita e l’unica cosa che ti resterà alla fine di questa”.

Riposi in pace.

lascia il tuo commento

Notizie correlate