Gaudium news > Perché un’altra consacrazione della Russia? Che cos’è la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria?

Perché un’altra consacrazione della Russia? Che cos’è la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria?

La Consacrazione avverrà in occasione e durante la Celebrazione della Penitenza che Papa Francesco presiederà alle 17 nella Basilica di San Pietro. Nello stesso giorno a Fatima, il cardinale Krajewski, elemosiniere pontificio, come inviato del Papa farà la stessa cosa.

 

Rita Sberna (25.03.2022 10:32, Gaudium Press) Consacrare la Russia e in questo caso anche l’Ucraina al Cuore Immacolato di Maria, era quello che la Madonna durante le apparizioni di Fatima, il 13 luglio 1917, durante la terza apparizione, aveva espressamente chiesto a suor Lucia. La Madonna ha chiesto la Consacrazione della Russia diverse volte, avvertendo i pastorelli delle conseguenze che ci sarebbero state se così non fosse avvenuto, conseguenze anche eterne come la realtà e la dannazione nell’inferno.

La Madonna inoltre disse che se la Russia venisse consacrata a lei, si sarebbe salvata se invece non fosse consacrata al suo Cuore Immacolato, diffonderà i suoi errori nel mondo attraverso guerre e sofferenze per i credenti. Infatti suor Lucia si adoperò per fare arrivare a Roma questo messaggio che arrivò dopo molto tempo al Santo Padre e non fu accolta in un primo momento dalla Chiesa.

 

La Russia è stata già consacrata più volte al Cuore Immacolato di Maria?

A questa domanda ha risposto don Antonio Mattatelli in un’intervista a Cristiani Today: “La Russia è stata poi consacrata al Cuore Immacolato di Maria, nel pontificato di Pio XI che terminò nel febbraio 1939, nel Vaticano ci fu molta difficoltà ad accogliere la richiesta di suor Lucia perché la Chiesa ha il suo corso nel accertarsi della veridicità di un’apparizione. Infatti Gesù si lamentò con suor Lucia in quel caso dicendo che i ministri non avevano voluto ascoltarlo.

Poi ad un certo punto, Pio XII, nominato vescovo proprio in contemporanea alla prima apparizione della Madonna a Fatima, fece una prima consacrazione della Russia e del mondo al Cuore Immacolato di Maria. Ma sono due cose diverse perché la Madonna a suor Lucia aveva chiesto solo la consacrazione della Russia. Mentre ad un’altra mistica, la beata Alessandrina Maria da costa, aveva chiesto la consacrazione del mondo. Così il 31 ottobre 1942 in piena guerra, Pio XII unisce entrambi  le consacrazioni quella della Russia e del mondo al Cuore Immacolato di Maria.

Anche Paolo VI consacrò la Russia al Cuore Immacolato di Maria, e dopo l’attentato del 1983 a Giovanni Paolo, il 25 marzo 1984, Giovanni Paolo II fece la Consacrazione al Cuore Immacolato di Maria in contemporanea con tutti i vescovi e la Madonna disse a suor Lucia che quella fu la Consacrazione accolta dal cielo, solo che rimase un dubbio perché Giovanni Paolo II non nominò la Russia ma gli stati in generale. Per cui è provvidenziale questa richiesta di Papa Francesco di consacrare la Russia al Cuore Immacolato di Maria”.

 

Che significato spirituale avrebbe la Consacrazione di uno Stato al Cuore Immacolato di Maria?

Don Antonio risponde: “La Consacrazione in generale è un gesto preciso e solenne molte volte pubblico, con cui si prende un oggetto, una persona e anche una nazione e la si sottrae ad un uso profano per riservarla esclusivamente ad un uso sacro. La Consacrazione di una Nazione è una sorta di bonifica da tutti gli influssi del demonio per riportarla alla sua missione e alla sua vera identità che è quella di essere stata fatta da Dio, in questo caso la richiesta della Madonna è specifica vuole che una Nazione sia riservata a se.  Anche le Nazioni hanno doni e missioni diverse come gli individui e possono essere riscattate dalle catene del demonio”.

 

I tre segreti di Fatima e la profezia di una guerra

Il 13 luglio ci fu la rivelazione di un Segreto diviso in tre parti: le prime due vennero rese note nel 1942, mentre l’ultima è stata comunicata soltanto nel 2000, per decisione di papa Wojtyla, con un commento dell’allora cardinale Joseph Ratzinger, che all’ epoca ricopriva l’incarico di prefetto della Congregazione per la dottrina della fede.

La prima e la seconda parte del Segreto contengono la spaventosa visione dell’inferno, la devozione al Cuore Immacolato di Maria, la Seconda guerra mondiale e i problemi causati al mondo dalla Russia e dall’ ateismo comunista.

La terza propone l’immagine delle sofferenze della Chiesa e del Papa, nel quale si riconobbe Giovanni Paolo II. Ma diversi accenni, fatti in passato da personalità ecclesiastiche che avevano letto integralmente il terzo Segreto, non coincidono con il testo reso pubblico, avallando l’idea che motivi prudenziali abbiano fatto mantenere riservata una parte dello scritto di suor Lucia.

La parte riservata di questo scritto potrebbe contenere la profezia di una possibile terza guerra mondiale?

“Il terzo segreto di Fatima è il grande tormentone del ventesimo secolo – afferma don Antonio – perché è stato fonte di curiosità da parte dei mass media e degli ambienti ecclesiastici. Non è facile arrivare ad una conclusione univoca. Da alcuni scritti di suor Lucia però si può dire qualcosa al riguardo. Suor Lucia ha scritto le visioni che ha avuto inerenti al terzo segreto probabilmente dandone una sua interpretazione che non abbiamo ma che secondo alcuni circola. Attraverso le altre apparizioni della Madonna possiamo cercare di dare una nostra interpretazione.  

Il segreto si può strutturare in tre punti: il primo, la perdita del dogma della fede autentica della Chiesa; il secondo, la pace in pericolo e la possibilità di una terza guerra mondiale attraverso le armi nucleari; e credo secondo una mia opinione, qualche cataclisma mondiale. C’è uno scritto di suor Lucia in cui diceva di vedere l’asse della terra muoversi”.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui

lascia il tuo commento

Notizie correlate