Gaudium news > S. E. Mons. Gennaro Pascarella è stato nominato dal Papa, vescovo d’Ischia

S. E. Mons. Gennaro Pascarella è stato nominato dal Papa, vescovo d’Ischia

Papa Francesco ha nominato Mons. Gennaro Pascarella vescovo d’Ischia nella giornata del 22 maggio.

 

Rita Sberna (24.05.2021 08:37, Gaudium Press) S.E. Mons. Gennaro Pascarella da Papa Francesco, il 22 maggio 2021 è stato nominato Vescovo della diocesi d’Ischia, Vescovo di Pozzuoli, unendo in persona Episcopi le Diocesi di Pozzuoli e Ischia.

Sabato 19 giugno 2021, S.E Mons. Gennaro Pascarella darà inizio al suo ministero episcopale nella Diocesi d’Ischia.

Chi è Mons. Gennaro Pascarella

E’ nato a Cervino (Diocesi di Acerra) il 28 marzo 1948. Ha studiato presso il seminario vescovile di Acerra ed ha conseguito la licenza in teologia morale presso la Facoltà Teologica “San Luigi” di Posillipo – Napoli.

Il 14 settembre 1974 è stato ordinato sacerdote nella diocesi di Acerra e dopo l’ordinazione ha frequentato la Facoltà di Filosofia presso l’Università di Napoli.

Nel 1978 nominato Vicario Cooperatore nella Parrocchia di S. Alfonso M. de’ Liguori in Acerra e successivamente nel 1979 Delegato Vescovile per le vocazioni e dal 1983 quello di Cancelliere della Curia Diocesana di Acerra.

E’ stato anche membro della Consulta Regionale per le vocazioni, Canonico Penitenziere del Capitolo Cattedrale, Coordinatore della Curia per la Pastorale, Membro del Consiglio Presbiterale della diocesi di Acerra, Docente di Religione nel Liceo Scientifico di Acerra e Coordinatore della Pastorale giovanile. E’ stato nominato Vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia il 14 novembre 1998 e ordinato il 9 gennaio 1999. Nella C.E.C. è Responsabile regionale per la pastorale familiare e per la vita e dal 2019 Vice-Presidente.

Dal 2 settembre 2005 è il Vescovo Ordinario della Diocesi di Pozzuoli.

Le parole di Mons. Pascarella dopo la nomina

«Mi è stato chiesto di «uscire» di nuovo – ha sottolineato -, di «andare oltre», di essere anche Vescovo di Ischia. Nella mia vita ho cercato costantemente di comprendere la volontà di Dio su di me e di aderirvi, anche quando metteva a soqquadro i miei progetti… Già da seminarista ho imparato che alla volontà di Dio bisogna aderire «sempre, subito e con gioia». È questa la «tensione» che mi accompagna ancora oggi… Nel profondo rispetto e valorizzazione di tutto ciò che Dio ha compiuto nella Chiesa di Dio che è in Ischia e della sua storia siamo chiamati a camminare insieme». 

„Io sono stato molto vicino, come vescovo, anche a quelli che non credono in Dio. Mi son fatto l’idea che essi combattono, spesso, non Dio, ma l’idea sbagliata che essi hanno di Dio.“

Papa Giovanni Paolo I 263° vescovo di Roma e papa della Chiesa cattolica 1912 – 1978

 

 

lascia il tuo commento

Notizie correlate