Gaudium news > Suor Alessandra Smerilli è stata nominata Sotto-Segretario del Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale

Suor Alessandra Smerilli è stata nominata Sotto-Segretario del Dicastero per lo Sviluppo Umano Integrale

Suor Alessandra è abruzzese ed ha due dottorati Internazionali in Economia. Il suo ruolo è un primato per una consacrata.

Rita Sberna (26.03.2021 13:57, Gaudium Press) Suor Alessandra Smerilli, consacrata di origini abruzzesi è stata nominata da Papa Francesco sotto- segretaria del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, per il settore che si occupa di “fede e sviluppo”. A comunicare ciò è stata la Sala Stampa della Santa Sede nella giornata del 24 marzo 2021.

Chi è suor Alessandra Smerilli

E’ nata nel 1974 a Vasto, ha conseguito un dottorato in Economia Politica presso l’università La Sapienza di Roma, e successivamente un dottorato in Economia generale conseguito presso l’università East Anglia (UK).

Attualmente è docente presso la Pontificia Facoltà delle Scienze dell’Educazione Auxilium, in Roma. Suor Alessandra, due anni fa era stata scelta da Papa Francesco come consigliera di Stato della Città del Vaticano (una prima volta per una religiosa).

E’ stata molto coinvolta nell’organizzazione del The Economy of Francesco che si è tenuta nell’ottobre 2020, la religiosa quarantasettenne difende un’economia che includa la cura della persona che si ispiri all’“etica del care”.

Da marzo 2020, è anche coordinatrice del gruppo di lavoro sull’economia della Commissione Vaticana Covid 19, costituita da Papa Francesco.

E’ molto attiva suor Alessandra Smerilli, tra i vari incarichi sopra citati fa parte di un comitato di donne designate dal ministero italiano per le Pari opportunità e la Famiglia per proporre un’uscita dalla crisi in Italia.

Questo è ciò che ha dichiarato la suora dopo la sua nomina attraverso un comunicato pubblicato dal Dicastero: Sono davvero grata al Santo Padre – ha dichiarato la religiosa in un comunicato subito pubblicato dal Dicastero – per questa nomina inattesa, che mi riempie il cuore di gioia e timore al tempo stesso, per il difficile compito che sarò chiamata a svolgere. […] Il mio cuore e la mia mente oggi sono rivolti a San Giovanni Bosco, e alla Famiglia Salesiana. Non dimenticherò mai quando la vocazione alla vita religiosa si è fatta strada in me. La mia famiglia è stata al mio fianco e mi ha sostenuta con quella discrezione che solo genitori innamorati dei propri figli sanno dare. Alla mia mamma e al mio papà va tutto l’affetto possibile in questo momento.

La religiosa tramite le sue competenze intende offrire: “un contributo alle persone, ai loro bisogni, in particolare a coloro che maggiormente versano nella sofferenza della povertà, materiale e spirituale”.

 

 

lascia il tuo commento

Notizie correlate